Saint-Chely-d'Aubrac lo è immerso nel cuore della valle scavato dalla Boralde de Saint-Chély, a metà strada tra l'altopiano dell'Aubrac e la valle del Lot. Imperdibile passaggio di parecchi grandi sentieri escursionistici, il turismo è una delle attività che sostiene questo piccolo villaggio dell'Aveyron. Il suo patrimonio è fortemente legato al pellegrinaggio, la chiesa e il ponte dei Pellegrini ne sono i principali testimoni. Non esitate più e venite a visitare Saint-Chély-d'Aubrac, la sua atmosfera vi affascinerà.

Un piccolo giro a Saint-Chély-d'Aubrac

Saint-Chély-d'Aubrac è un villaggio dell'Aveyron situato a circa 810 metri sul livello del mare, adagiato nel cuore di una vallata scoscesa scavata dalla boralde. I boraldi lo sono flussi che provengono dal Altopiano dell'Aubrac e che confluiscono nel lotto. La sua posizione geografica, vicino ai dipartimenti di Lozère e Cantal, ne fa un ottima base per una visita all'Aubrac, a piedi o su strada.

Le case, testimoni dell'antica storia del borgo

Passeggiando per le vie del paese, potrai vedere case dagli stili molto diversi. Su Avenue d'Aubrac, la via principale di Saint-Chély-d'Aubrac, le case sono piuttosto imponenti, borghese. Attestano l'estensione del paese all'inizio del XX secolo. Crebbe quando le famiglie espatriate a Parigi per trovare lavoro tornarono nel paese.

Proseguendo verso il centro del paese si notano case più antiche, alcune delle quali lo sono mensole e graticcio risalente al XVII secolo. La Torre, oggi trasformata in foresteria, risale alla fine del Medioevo. Questa diversità prova l'antica esistenza di Saint-Chély-d'Aubrac.

André Meravilles
Casa di Saint-Chely-d'Aubrac
Turismo nell'Aubrac
Ponte dei pellegrini di Saint-Chely-d'Aubrac

Il Ponte dei Pellegrini, un monumento chiave

La ripida strada che scende al ponte dei pellegrini era quello di tessitori. Questo commercio era molto presente in passato, tanto da avere la loro rappresentazione, due navette, apposte sullo stemma del paese.

Il ponte risale al XIV secolo e attraversa il villaggio di Saint Chely sotto il villaggio. Sul parapetto si può ammirare il bella croce di pietra che reca un bassorilievo raffigurante a pellegrino, con il suo grande mantello (caperine), il suo bastone (bastone) e un rosario. Ancora oggi, questo ponte è preso dai camminatori da tutto il mondo che camminano sul Itinerario da Puy-en-Velay a Santiago de Compostela. Il monumento è anche iscritto nella Lista del Patrimonio Mondiale dell'UNESCO come parte del bene culturale Cammino di Saint-Jacques-de-Compostelle in Francia.

Una chiesa unica

La prima chiesa del paese risale all'XI secolo. Nel 1385 bande di mercenari saccheggiarono il paese e incendiarono la chiesa. Fu subito ricostruita grazie all'impulso della Dômerie d'Aubrac. L'attuale campanile è a vecchia torre di avvistamento il che spiega il suo aspetto piuttosto austero.

Anche l'interno è pieno di sorprese. Il tribune doppie in legno sono rari nella regione. Si trovano più verso il sud-ovest della Francia, soprattutto nei Paesi Baschi. Essendo la chiesa troppo piccola per accogliere tutti i fedeli e il suo ampliamento reso impossibile dalla sua collocazione in paese, furono costruite delle tribune per sopperire a questa mancanza di spazio. La chiesa custodisce anche una pala d'altare del XIV secolo, una delle prime in Europa.

André Meravilles
Chiesa di Saint-Chely-d'Aubrac

Per saperne di più su Saint-Chély-d'Aubrac

Se vuoi scoprire il villaggio in modo più dettagliato, segui la nostra guida locale, residente nel villaggio. Attraverso un circuito vi racconterà la storia del paese e gli aneddoti che lo hanno segnato. In stagione, trova queste visite regolarmente presso l'ufficio turistico.

Tra altopiano e valle

Saint-Chély-d'Aubrac è l'anello di congiunzione tra il Altopiano dell'Aubrac, con le sue vaste distese e il Valle del Lot e i suoi splendidi borghi. Prendere la strada per l'altopiano, puoi contemplare la vista mozzafiato dei pascoli. Fermati a vedere i riflessi scintillanti di un lago naturale e l'eccezionale ricchezza botanica della regione. Per saperne di più sulle specificità di Aubrac, fai una pausa alla Maison de l'Aubrac e al Giardino Botanico, nel villaggio di Aubrac. Non lontano da lì, puoi avventurarti a Laguiole per scoprire la produzione del Laguiole AOP, questo formaggio locale così buono da gustare.

Scendendo nella valle del Lot, si può passeggiare nel strade medievali di diversi villaggi classificati tra i Inoltre Beaux Villages de France : Sainte-Eulalie-d'Olt, Saint-Côme-d'Olt e il suo campanile contorto e Estaing e il suo castello. Il venerdì mattina, percorri i corridoi del Mercato Espalion, vivace cittadina lungo il fiume.

Ideale per attività all'aperto

Oltre al suo patrimonio, Saint-Chély-d'Aubrac è un punto di partenza perfetto per praticare attività naturalistiche. Durante il tuo viaggio, troverai inevitabilmente attività adatte a te.

Un passaggio essenziale sui sentieri escursionistici a lunga percorrenza

  • Il più noto di tutti è il modo di Saint-Jacques-de-Compostelle. Circa 20 pellegrini percorrono questo percorso mitico, da Le Puy-en-Velay a Conques e oltre. Dall'altopiano si scende verso la valle del Lot fino a Saint-Côme-d'Olt, passando per il villaggio. Il tratto del sentiero Nasbinals – Aubrac – Saint-Chély-d'Aubrac è nella lista del patrimonio mondiale dell'UNESCO. È una delle ricchezze indiscusse dell'Occitania.
  • Saint-Chély-d'Aubrac è anche una tappa del strada per Saint-Guilhem-le-désert, che parte da Aumont-Aubrac fino a Gard. Questo itinerario attraversa gli altipiani dell'Aubrac e si spinge fino alle Cévennes.
  • Per scoprire l'Aubrac più vicino alla natura, il modo migliore è prendere il Giro dei Monts d'Aubrac. Questo sentiero permette di fare il giro dell'altopiano in pochi giorni di cammino e di apprezzarne tutta la sua unicità.

sciare in inverno

En hiver, i sentieri innevati non sono più percorribili, ma il comune non è privo di beni. A una decina di chilometri di distanza, puoi esercitarti sfrecciando lungo i pendii di sci alpino, ammira la natura ricoperta da un manto bianco mentre cammini lungo i sentieri segnalati racchette da neve o sci di fondo. L'inverno a Saint-Chély-d'Aubrac avviene anche nella località di Sci Brameloup. Inoltre, non lontano, puoi riscoprire le gioie dello sci nella stazione sciistica. Sci Laguiole.

Il paradiso dei pescatori

Saint-Chély-d'Aubrac è centrale per la pratica la pesca con laghi e fiumi vicini. Puoi trascorrere un po' di tempo in famiglia a Lago Picades accanto a Brameloup. Per i più esperti, il lago di Castelnau-de-Mandailles è uno dei laghi più famosi del dipartimento per pesca alla carpa.

Luogo di nascita della razza Aubrac

Oltre al turismo, ilagricoltura eimpennata sono le attività che danno vita alla regione intorno al villaggio. Allevamento di vacche, sia per il latte che viene venduto alla Cooperativa Fromagère Jeune Montagne da produrre Laguiole DOP, oppure per il carne con mucche Aubrac, endemica dell'altopiano, è predominante nella regione.

Sopra il villaggio, il località Borie è la culla di Razza Aubrac. È l'organizzazione per la valutazione dei maschi riproduttori della razza, che è responsabile della selezione, distribuzione e promozione della razza Aubrac.

Stazione di Borie Race Aubrac

Feste tradizionali intorno all'allevamento

Jean-Denis Auguy
Transumanza Aubrac

ilimpennata ritmo la vita della regione sia al lavoro che nei giorni festivi. Il fiere del bestiame un tempo erano molto numerosi e vivaci. Oggi questa tradizione si è un po' persa, ma continua con il Concorso di razza Aubrac, che si svolge ogni anno alla fine di ottobre nella place du fairground. Vi vengono presentati gli esemplari più belli della razza.

In primavera, è la festa del transumanza che scandisce la vita della città. È l'evento chiave dell'anno, il momento in cui le mandrie salire sul pianoro dell'alpeggio. Questa festa tradizionale attira circa 10 persone ogni anno e anima l'intera regione per un fine settimana.

Hai bisogno di una mano?

Se non puoi fare la tua scelta sulle attività da svolgere, o se desideri informazioni più dettagliate, il ns Office de Tourisme a Saint-Chély-d'Aubrac è aperto tutto l'anno. Ad esempio, possiamo consigliarti su un sentiero escursionistico, fornirti un elenco di hotel e alloggi o anche luoghi da visitare. Tutti i nostri suggerimenti sono raggruppati sotto forma di libro delle idee, che ti aiuterà a preparare il tuo viaggio e ti parlerà dei luoghi da visitare e delle attività da non perdere nella zona.

Ditta. Apre alle 09:30
Viale d'Aubrac 155 Route de Bonnefon
12470 St-Chely-d'Aubrac
Calcola il mio percorso

Questo contenuto ti è stato utile?